image1 image2 image3 image4 image5

Rilievi Topografici

Disbrigo Pratiche Catastali

Progettazione 

Progettazione in Bio Edilizia

P.O.S. E D.V.R.

Fotovoltaico ed energie Rinnovabili

Certificati energetici

 

you are here:

Studio Tecnico MIANO NRGgeo
Fabbricati EX Rurali

Risultati immagini per fabbricati ex ruraliL’Agenzia delle Entrate nei prossimi giorni invierà più di un milione di avvisi bonari per regolarizzare i fabbricati rurali ancora iscritti al Catasto Terreni e non ancora dichiarati al Catasto Edilizio Urbano. A quanto pare risultano ancora circa 800 mila i proprietari di fabbricati rurali, o loro porzioni, censiti al Catasto Terreni. Chi risponderà agli avvisi dell’Agenzia presentando una dichiarazione di aggiornamento catastale beneficerà dell’istituto del ravvedimento operoso, risparmiando notevolmente sulle sanzioni: invece di dover pagare un importo compreso tra i 1.032 e gli 8.264 euro, dovrà versare un importo di soli 172 euro (pari ad 1/6 del minimo). L’avviso bonario consentirà quindi a ciascun soggetto di conoscere la propria posizione e verificare quali immobili sono soggetti all’obbligo di dichiarazione. Nel caso in cui l’avviso ricevuto dall’Agenzia dovesse presentare delle inesattezze, il proprietario potrà comunicarle all’Agenzia compilando l’apposito modello di segnalazione allegato all’avviso o
utilizzando il servizio online disponibile sul sito dell’Agenzia (dove sono disponibili ulteriori informazioni sui fabbricati rurali nella sezione Cosa devi fare > Aggiornare dati catastali e ipotecari > Fabbricati rurali).

CONTATTECI PER UN PREVENTIVO!!!

 
 
Bando Pubblico

Uscito il bando pubblico per interventi di recupero di immobili localizzati nei centri storici del territorio regionale che prevede delle agevolazioni economiche.

Tali    agevolazioni    sono    conseguibili    attraverso    la    convenzione    stipulata    tra l’Amministrazione Regionale e l'Istituto di credito UNICREDIT S.p.A., per la concessione di mutui  ventennali con  pagamento dei relativi interessi a totale carico dell’Amministrazione Regionale.

Le tipologie di intervento ammissibili, ai sensi dell'art. 33 della L.R. 14 maggio 2009 n. 6  e
dell'art.72 della L.R. 12/08/2014 n. 21 sono:

1. interventi di restauro o risanamento conservativo: sono quelli rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che comprendono il consolidamento, il ripristino e il rinnovo degli elementi costitutivi dell'edificio, l'inserimento degli elementi  accessori  e  degli  impianti  richiesti  dalle  esigenze  dell'uso,  l'eliminazione  degli  elementi estranei   all'organismo   edilizio,   nel   rispetto   degli   elementi   tipologici,   formali   e   strutturali dell'organismo stesso.

2. interventi di ripristino funzionale: sono quelli che comprendono il ripristino o la sostituzione di alcuni elementi costitutivi dell'edificio, l’eliminazione, la modifica e l'inserimento di nuovi elementi ed impianti;  


3. interventi  di  manutenzione  straordinaria:  sono  le  opere  e  le  modifiche  necessarie  per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico - sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari;

4. interventi per l’adeguamento alle norme vigenti ed alle disposizioni antisismiche.

Per maggiori informazioni chiamateci al 3381469135

 Geometra Miano e Rizzo